Confronto con le società partecipate: «Tempo di maturità e di collaborazione»

| 0 commenti

Vertice tecnico, questa mattina a Palazzo Rosso, tra l’amministrazione comunale e gli amministratori delle tre società partecipate (Davide Lucicesare per Bellunum, Paolo Santesso per Ser.Sa. e Fabio Gasperin per Sportivamente Belluno); all’incontro erano presenti il sindaco, Jacopo Massaro, l’assessore alle società partecipate Maurizio Busatta, oltre agli assessori Stefania Ganz, Valentina Tomasi, Marco Bogo e Biagio Giannone, le cui deleghe ricadono negli ambiti operativi delle tre partecipate.
«Si apre una nuova stagione per le nostre società. – spiega il sindaco, Jacopo Massaro – È stata l’occasione per affrontare in termini organizzativi le attività di Bellunum, Ser.Sa e Sportivamente Belluno. Hanno raggiunto un alto livello di maturazione e vedono impegnate professionalità affermate in diversi settori, per cui il prossimo passo sarà quello di una maggior collaborazione e di una condivisione della progettualità».
«Le società sono cresciute, diventando grandi realtà provinciali e regionali. – sottolinea Massaro – Bellunum agisce anche nei territori vicini, come Limana e Trichiana, e non sono esclusi nuovi accordi con altri comuni; Ser.Sa., grazie alla collaborazione con ISRAA, è impegnata a livello veneto, mentre Sportivamente Belluno si è stabilizzata, potendo finalmente guardare al futuro con tranquillità e nuove progettualità».
Proprio dai progetti e dalle idee partirà questa stagione di collaborazione: «Sarà fondamentale – rimarca il sindaco – puntare su una strategia comune nella progettazione per l’ottenimento di fondi nazionali ed europei, come già fatto nel progetto E.CA.R.E. di Ser.Sa.».
Grande impegno ci sarà poi nella valorizzazione delle professionalità: «Ogni società ha al suo interno dei veri esperti, dalla gestione del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione alla privacy e trasparenza; – afferma Massaro – queste potenzialità non possono esaurirsi all’interno di una sola società, ma troveremo il modo per condividere tra tutte le partecipate il prezioso apporto di questi tecnici preparatissimi».
Questo è stato un primo incontro tecnico di confronto, a cui seguiranno altre riunioni per studiare i possibili modi per rendere ancor più concreta questa collaborazione.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.