Cordoglio per la morte di Massimo Facchin

| 0 commenti

L’amministrazione comunale di Belluno si stringe intorno alla famiglia Facchin per la scomparsa di Massimo Facchin, reduce di Russia, artista ed inventore, morto questo pomeriggio a 102 anni dopo una breve malattia.
«È stato sicuramente un personaggio eclettico, fantasioso, e desideroso di coinvolgere i giovani, prima come maestro e professore, poi con le sue numerose attività. – lo ricorda il Sindaco, Jacopo Massaro – Un artista, un inventore di strumenti e meccanismi con i quali spiegava ai ragazzi i meccanismi dell’universo, e un reduce di Russia, un’esperienza che non mancava di ricordare ai più giovani, ma anche agli adulti, in occasione delle cerimonie pubbliche; suoi sono i monumenti ai caduti in Russia alla chiesa di Mussoi e al Parco Città di Bologna, il “monumento al mulo” al parco della stazione ferroviaria e gli stemmi che circondano la fontana di Piazza dei Martiri. Una figura importante per la comunità e per la città: personalmente e a nome di tutta l’amministrazione, mi stringo alla famiglia Facchin in questo doloroso momento».

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.