Il Comune, la ULSS, le sedi: sempre più confusione…

| 0 commenti

Premetto che non entrerò nel merito delle scelte della ULSS perche’ sono un suo dipendente ed io credo da sempre che chi è influenzabile in positivo o in negativo dal proprio lavoro debba star fuori dal dibattito, lasciandolo a chi puo’ essere piu’ oggettivo.

Detto questo, credo pero’ che sia opportuno esprimere qualche valutazione sul metodo adottato dalla Giunta Prade nel gestire questa questione.

Innanzitutto l’assenso della Giunta Prade arriva prima di una presa di posizione del Consiglio Comunale – che da mesi chiede informazioni e documenti! – in spregio a qualunque logica di rappresentatività della popolazione(in Consiglio non c’è solo il Sindaco, ma anche altri 40 Consiglieri eletti dai cittadini).
Il documento della Giunta Prade che dà il via libera all’operazione immobiliare, tra l’altro, fa riferimento ad informazioni che avrebbero dovuto essere trasmesse subito al Consiglio Comunale (in attesa di convocare sull’argomento la Commissione Urbanistica e la 3^ Commissione) e che invece i consiglieri apprendono dal Sindaco per il tramite dei giornali. Grande stile.

Infine bisogna rilevare che è davvero curioso che una Giunta comunale si assuma la responsabilità politica di un’operazione immobiliare di un altro Ente: penso che non esistano precedenti simili nella storia politica della nostra provincia.
Ed è ancor più curioso se si pensa che l’unico organismo che al limite sarebbe stato titolato ad esprimere delle valutazioni “nel merito” sarebbe stata la conferenza dei Sindaci, di cui Belluno è solo uno dei 51 componenti, mentre al Comune di Belluno sarebbero spettate solo valutazioni di carattere urbanistico, che peraltro competono al Consiglio Comunale e non alla Giunta.

La storia si ripete insomma: la Giunta Prade assume posizioni, ma non si sa mai a quale titolo.

Belluno, 11/08/2010

Jacopo Massaro

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.