Cimiteri, verso la risoluzione del contratto. All’Unione Montana le manutenzioni

| 0 commenti

La Giunta Comunale ha deliberato l’accordo che porterà alla risoluzione consensuale del contratto tra il Comune di Belluno e la cooperativa Barbara B, di Torino, che dal 2017 gestisce i servizi cimiteriali e manutentivi dei dodici cimiteri del capoluogo: «Giungiamo così alla conclusione di una vicenda complicata, che ha visto numerosi richiami da parte nostra alla società per i ripetuti disagi ai cittadini, per i quali ci scusiamo. – commenta il Sindaco – È una conclusione che non ci fa piacere, ma grazie alla quale possiamo migliorare la situazione manutentiva dei nostri cimiteri».
Nel frattempo, infatti, la manutenzione, la cura del verde e la tenuta dei viali sono state affidate all’Unione Montana Belluno-Ponte: costo dell’accordo, 36mila euro. «Questa procedura – continua il primo cittadino – ci consentirà di intervenire rapidamente sulla questione».
Arriva così a termine (la data delle rescissione contrattuale è fissata al 30 giugno) una vicenda che ha fatto molto discutere: «Ringrazio l’assessore Maurizio Busatta per tutto il lavoro fatto, che ha portato alla conclusione di questa fase critica di pessima gestione dei nostri cimiteri. A Busatta, a tutta la giunta e agli uffici vanno i complimenti per aver chiuso questa pagina».

Nel frattempo, proseguono gli interventi strutturali ai cimiteri cittadini: 228mila gli euro stanziati nel bilancio 2019 per sistemazioni delle coperture (100mila euro) e manutenzioni straordinarie (128mila euro), a fronte di un “masterplan” pluriennale da 1,5 milioni.
Si sono chiusi in questi giorni i lavori al cimitero di Cusighe (47mila euro) con la rimozione completa delle tegole,la posa di un telo guaina impermeabilizzante,l’installazione degli “antipassero” e la sigillatura e impermeabilizzante delle gronde; identico intervento sarà effettuato sulla falda del cimitero di Castion.
Sempre a Castion, si provvederà al rifacimento della copertura in lamiera del blocco dei vecchi colombari con la rimozione delle lamiere e la sistemazione del solaio del tetto con la posa di una particolare guaina traspirante. Ultimo intervento sulle coperture, infine, al cimitero di Prade, dove si interverrà sul manto di copertura in coppi dei colombari posto a sud-ovest del complesso, per il rifacimento della parte danneggiata dal passaggio della tempesta Vaia.
Deliberati anche i lavori anche al cimitero di San Fermo (28mila euro): qui saranno eliminati gli arbusti lungo i muri e ricostruite le porzioni di muro instabili, con la sistemazione della rimanente parte dei muri. I lavori saranno affidati all’Unione Montana.
«Si apre una nuova fase: – conclude il Sindaco – in questi anni, ci siamo occupati del recupero e messa in sicurezza delle strade, delle scuole e degli impianti sportivi. Ora, grazie a questi nuovi accordi, possiamo concentrarci sui cimiteri».

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.