Isole ecologiche interrate in Piazza dei Martiri, lavori conclusi. Entro il 2021 presenti anche le campane per secco e umido

| 0 commenti

Si sono conclusi come da programma nei giorni scorsi i lavori di scavo e installazione delle 8 nuove campane interrate per la raccolta differenziata di vetro, plastica, lattine e carta nelle due aree ecologiche di Piazza dei Martiri.

Le caratteristiche
A spiegare le caratteristiche e i vantaggi delle nuove campane è Silvia De Zordo, ingegnere dell’ufficio tecnico di Bellunum: «Le due isole, quella fronte Astor e quella a lato del Teatro Comunale, occupano la stessa volumetria, nonostante la diversa conformazione. Ogni singolo contenitore interrato occupa 5 metri cubi, corrispondenti a due vecchie campane stradali; i vantaggi sono quindi notevoli sia per gli operatori addetti allo svuotamento, visto che sono richiesti minori svuotamenti con conseguenti risparmi per la società e per la collettività, sia per i cittadini, che si trovano con le bocche delle calotte a un’altezza inferiore rispetto a quella della campane e quindi possono conferire con minori sforzi».
I lavori sono durati 40 giorni, da fine ottobre a metà dicembre, e sono stati eseguiti dalla ditta Franceschi di Sospirolo, per un costo per singola isola di 59mila euro.

Le prospettive
Ma non è finita qui: Davide Lucicesare, amministratore unico di Bellunum, anticipa le prossime novità per queste isole e per il centro storico. «Queste isole sono solo il primo passo per migliorare il sistema Bellunum, un sistema in continua crescita ed evoluzione. – spiega – Il prossimo step sarà la sostituzione di una delle campane interrate per la carta con una destinata al rifiuto secco, con modalità di accesso identiche a quelle già esistenti con i nuovi cassonetti stradali; successivamente, confidiamo già il prossimo anno o al più tardi nel 2021, verrà sostituita anche un’altra campana con una per il rifiuto umido, e questo ci permetterà di togliere dalla piazza tutti i vari bidoni per la raccolta dei rifiuti».

Ordine e decoro
«Questo è un sistema che ha raccolto anche l’interesse dei network nazionali, nei giorni scorsi a Belluno per scoprire i “segreti” del matrimonio tra gli ottimi risultati nella raccolta differenziata e una delle tariffe più basse d’Italia, terza a livello nazionale. – sottolinea il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro – È una soluzione che accresce l’ordine e il decoro della nostra piazza: ci ha consentito di rimuovere i vecchi e ingombranti cassonetti, oltre a tutti i bidoni fuori dai locali, e quindi credo proprio che questa sperimentazione troverà seguito anche in altre zone della città. La risposta dei cittadini e dei commercianti è stata positiva, e anche i turisti hanno apprezzato questo salto di qualità della città, già nota per il suo ordine e la sua pulizia».

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.