San Martino 2011: voltare pagina.

| 1 commento

“E’ un peccato che la Conferenza dei Capigruppo non abbia deciso in modo corale: eravamo a un passo dal farlo. Con i capigruppo Rasera Berna e Sommavilla stiamo per depositare una proposta di modifica al regolamento del premio che vieta ai consiglieri comunali di presentare candidature, in modo da evitare in futuro ciò che è accaduto questa volta, e cioè che chi propone le candidature sia poi la stessa persona che deve valutarle”.

A riferirlo è Jacopo Massaro, che stamattina si era recato alla nuova Conferenza dei Capigruppo sperando che le questioni politiche sul premio San Martino fossero messe da parte.

“Avevo chiesto due cose”, spiega Massaro: “che la politica uscisse dalla stanza del premio San Martino e che si salvaguardassero i candidati al premio, a cui il chiacchiericcio e le tifoserie da stadio non hanno certo giovato”.

Purtroppo dopo due ore e mezza di discussione sono riapparse logiche che c’entrano poco col premio. A questo non ho voluto prendere parte.

“Sono dispiaciuto per come sono andate le cose”, conclude Massaro: “perché indipendentemente dal finale della storia, la Città non meritava questa pagina triste e perché i candidati, che dovevano essere valutati per i meriti, sono finiti loro malgrado in mezzo a questioni della politica, che poco hanno a che fare col premio”.

Un commento

  1. E’ un peccato che il premio non si sia potuto attribuire serenamente come credo sia sempre avvenuto. In un paese civile non dovrebbe essere necessario mettere delle regole per stabilire che chi propone le candidature per un premio come questo, possa anche poi decidere in merito all’assegnazione. Forse sta venendo a mancare anche il buon senso; spero davvero che si volti pagina non tanto sulla questione in sè che oramai da quanto ho capito è conclusa, anche se non come si auspicava, ma su queste modalità basate sull’interesse personale o di parte e che si possa ricominciare a pensare nell’interesse di tutti.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.